Consigli sulla funzione Bozza ed Esperimenti di Google Ads

Il consiglio più importante su questa funzione riguarda il modo in cui deve essere pensato l’esperimento in modo da ottenere dati che siano realmente utili nel processo di decisione. Dati quindi affidabili e significativi.

è vero che nella campagna bozza è possibile effettuare tutti i cambiamenti che vogliamo, ma non tutti gli esperimenti avrebbero senso se il traffico venisse diviso tra appunto l’originale e la bozza.

Ha senso creare una bozza dove vengono testate keywords differenti? No, perché il traffico che in teoria dovrebbe generare è già di per se diverso.

Ha senso testare due differenti smart bidding strategie? No, perché l’algoritmo di Google ha bisogno di lavorare sulla totalità del traffico per prendere le decisione adatte e più giuste. nel momento in cui escludiamo parte del traffico da una bid strategies stiamo già alterandone il funzionamento.

Dal mio punto di vista la casistica più giusta riguardante l’utilizzo di questa funzione riguarda variazioni del testo degli annunci, dove si potrà valutare facilmente il CTR che i diversi messaggi sono in grado di registrare, oppure la variazione delle Landing pages dove si andranno poi ad analizzare i compartenti degli utenti sul sito.

Ovviamente tutti i test ed anche questi, accrescono il loro valore con l’aumento dei dati registrati. Non abbiate troppa fretta quindi e aspettate di raggiungere un volume di dati significativo da un punto di vista statistico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disponibile anche su:

Iscriviti alla newsletter